vlad tepes

il mito dei morti viventi

  vlad tepes dracula

in queste pagine potete leggere la storia vera del conte vlad tepes scritta in modo semplice e accessibile a tutti, potete trovare la leggenda del mito dell'orror il conte dracula, con alcune indicazioni per chi vuole visitare questi luoghi pieni di fascino e di mistero, troverete anche alcuni prodotti che raffigurano la sua storia e la sua leggenda per non dimenticare mai che in ogni leggenda c'è un pò di verità..............


     lo stemma di famiglia

vlad tepes nato a sighisoara nel 1431 e morto nel 1476 sui monti carpati, era un principe voivoda della valacchia e della transilvania regione centrale della romania figlio di vlad II dracul governatore della transilvania. Per la cronaca assassinò nel 1448 all'età di soli 17 anni suo zio vladislao II il quale era salito al trono 10 anni prima uccidendogli il padre. L'intera famiglia di vlad venne insignita della più alta onoreficenza data dal sacro romano impero " l'ordine del drago". Tepes deriva dalla parola romena l'impalatore poichè questa era la tecnica prediletta dal conte per uccidere i suoi nemici non per altro vantandosene proprio con il re d'Ungheria con una lettera datata 11 febbraio 1462 di avere ucciso con questa tecnica ben 23.883 turchi in soli tre mesi


  vittime impalate

considerato in romania ancora oggi un principe di grande potenza, il suo nome ancora oggi è sinonimo di rispetto verso colui che riuscì a portare la regione della transilvania e della moldavia all'indipendenza strappandola cosi dall'impero ottomanno.Fù uomo spietato con i suoi nemici che diede sfogo alla sua vendetta facendo impalare tutti i nobili che nel tempo lo avevano tradito, addirittura si racconta che dopo il rifiuto di tre emissari turchi di togliersi il copricapo quando erano davanti alla sua presenza ordinò ai suoi soldati di infilzare un palo nelle loro teste prima di rimandarli al sultano. Purtroppo a distanza di tanti secoli poche sono le cose che sappiamo, poche sono le tracce che rimangono agli studiosi per approfondire la storia di questo spietato impalatore. L'associazione di vlad tepes con la leggenda del vampiro è solo una semplice combinazione cinematografica in quanto non ci sono tracce che sia stato un "bevitore di sangue"delle sue vittime. L'impalamento avveniva peò nel più brutale dei sistemi, infilzando un palo unto di miele su per l'intestino  conficcandolo su fino alla spatola della spalla facendo attenzione che non lesionasse organi vitali, solo cosi la morte dei malcapitati poteva essere più atroce e poteva durare addirittura dei giorni, a quanto sappiamo aveva anche altre tecniche di tortura, comunemente usate nel medioevo, scuoiamento, il rogo, l'allungamento del corpo forzato ra una ruota che gira, tanto per rendere conto della realtà di queste torture esiste in italia un museo per gli appassionati di storia,si trova a San Gimignano in provincia di Siena. La realtà che tutt'oggi non ha mai trovato spiegazione è il fatto che non è mai stato ritrovato il corpo di vlad tepes all'interno della sua tomba, mistero o realtà? storia o leggenda?.......sorvoliamo ogni pura immaginazione reale e cinematografica e lasciamo le cose cosi come stanno.


il contenuto è stato scritto da un semplice appassionato, per contattare l'autore del sito scrivere a paolino2512@yahoo.it